In conferenza stampa è intervenuto quest'oggi Matteo Ciofani, protagonista a Bari fin da subito. Il terzino parla dell'andamento della squadra: "Giocare in uno stadio così bello ti entusiasma: abbiamo trovato più facilità nel giocare in casa. Nella gara di Monopoli è successo di tutto: nonostante ciò l'abbiamo ripresa. Adesso dobbiamo cambiare passo in trasferta. Arrivano due trasferte insidiose: ho giocato a Terni, so cosa significa, anche se sono leggermente in difficoltà; con la Cavese giocheremo su un terreno sintetico, ma la squadra vista domenica lascia ben sperare".

"Conoscere il mister e la sua idea di calcio, mi ha aiutato tanto - prosegue Ciofani - Come peculiarità mia riesco sempre a calarmi in tutti i ruoli, li ho fatto tutti in carriera, riesco bene ad adattarmi, sono un calciatore razionale e poco istintivo. Perrotta e Antenucci? Sono le prime persone che ho chiamato quando potevo venire qui".

Ciofani prosegue: "In carriera ho giocato fortunatamente solo una stagione in C, a Frosinone. Non mi ricordavo un girone così agguerrito, così agonistico. La partita di Monopoli mi ha fatto capire cosa vuol dire questo campionato. La continuità è importante perché le sconfitte portano scorie inutili, si va sempre a vedere il bicchiere mezzo vuoto".

"La squadra è forte, ma le difficoltà ci sono in tutte le categorie. Dover fare un campionato da vertice e guardare chi c'è avanti porta via energie: una settimana fa si parlava di play-off, ora si riparla di primo posto", la riflessione finale di Ciofani.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 18 Febbraio 2020 alle 14:20
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print