Salgono a 2240 i casi di Coronavirus registrati in Puglia, dopo i 2182 di ieri. A renderlo noto è il Presidente della Regione Emiliano che, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha comunicato che oggi sono stati effettuati 1053 test in tutta la regione, di cui 58 sono risultati positivi. 

I casi positivi sono cosi suddivisi: 21 in Provincia di Bari; 0 in Provincia Bat; 16 in Provincia di Brindisi; 19 in Provincia di Foggia; 3 in Provincia di Lecce; 2 in provincia di Taranto, su tre è da attribuire la provincia di appartenenza. Sono stati registrati oggi 9 decessi: 6 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 1 in provincia di Lecce.

Il governatore della Regione Puglia Michele Emiliano ha commentato sulla propria pagina Facebook il dato odierno: "Un calo di casi di un giorno non è significativo dal punto di vista epidemiologico, ma è comunque un buon segno. Aspettiamo almeno i prossimi due giorni per verificare se il dato si consolida. Abbiamo fiducia e non abbassiamo la guardia".

Continua il "caso Bari". Come si legge su Repubblica edizione Bari, il Coronavirus infatti colpisce stranamente nel Capoluogo pugliese più che nel resto della Puglia. Il sindaco di Bari Antonio Decaro è intervenuto su Facebook per lanciare l'allarme e rinnovare l'invito a restare a casa: "Aumentano le persone in quarantena fiduciaria e obbligatoria oltre ai positivi, in totale sono 511, ben 217 positivi rispettato ai 173 di qualche giorno fa.  Quindi riscontriamo una incidenza dei contagi della popolazione a Bari superiore del quindici per cento rispetto alle province e un venti per cento in più rispetto a tutta la Puglia". Il perché il Sindaco lo spiega subito dopo: "Ci sono state più attività e aziende aperte durante l'emergenza, zone più densamente abitata, forse è per questo che nel capoluogo pugliese si registrano questi numeri. Dobbiamo stare attenti e restare a casa".

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 04 aprile 2020 alle 21:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print