Il Bari, grazie alla vittoria di ieri conquistata nel big match con il Potenza, si è ormai issato al terzo posto in classifica ed è adesso distante solo un punto dal Monopoli secondo. Un successo, quindi, tanto sofferto quanto importante per i galletti, che rilanciano con forza la loro rincorsa. E ampi meriti di questi tre punti vanno dati certamente al portiere biancorosso Pierluigi Frattali, protagonista indiscusso negli ultimi concitati istanti di gara.

Frattali, infatti, a dieci minuti dalla fine è salito in cattedra e ha praticamente abbassato la saracinesca nella sua porta. Nel primo tempo, però, la botta terrificante partita dal mancino di Emerson ha stranamente colto impreparato l’ex Parma, che difficilmente si sarebbe aspettato un tiro così insidioso da quella distanza. Un gol da cineteca, raro persino da ammirare in serie A e che avrebbe potuto completamente riaprire la storia della sfida.

Ma l’istinto e l’esperienza di Frattali hanno poi fatto la differenza, sventando ogni cross ed occasione giunti dagli assalti finali di un Potenza battagliero. Emblematiche, inoltre, le sue due parate decisive compiute tra l’ottantesimo e l’ottantaduesimo minuto. Su un calcio d’angolo proveniente dalla sinistra, Frattali con la sua reattività si è superato sul colpo di testa involontario di Sabbione, salvando la sfera sulla linea di porta tra l’incredulità generale dei tifosi. L’estremo difensore si è poi ripetuto ben presto su un tiro rasoterra, compiendo una parata solo a tratti più semplice ma comunque fondamentale ai fini del risultato finale.

Una prestazione, dunque, da incorniciare quella di Frattali, che ieri ha fatto ricordare l’importanza del suo ruolo proprio nel momento del bisogno e di maggior sofferenza. Il Bari dunque, oltre ai gol degli attaccanti, si affida anche agli interventi provvidenziali del suo portiere, utili per provare a compiere quella difficile scalata in classifica.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 9 Dicembre 2019 alle 23:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print