Sperduti: “Promoviamo una sana cultura". Presente Paparesta senior...

18.10.2014 10:30 di Redazione TuttoBari  articolo letto 1664 volte
Sperduti: “Promoviamo una sana cultura". Presente Paparesta senior...

“Non vogliamo essere considerati meno fortunati, ma semplicemente normali. La nostra è una normalità di un altro tipo, che ci permette di avere una prospettiva diversa sulla realtà che ci circonda. Se non fossi stato cieco, probabilmente non avrei fatto nella mia vita ciò che invece sono riuscito a realizzare”. Parole semplici, sincere e amichevoli, quelle di Giuseppe Pinto, presidente del CIP Puglia (Comitato Paralimpico), in risposta all’invito di Fabio Sperduti, manager del Liceo Scientifico Sportivo di Bari e tra i partners della manifestazione, ai propri studenti (più di cento ragazzi presenti in sala e molto attenti al dibattito) ad essere solidali e vicini ai propri amici e compagni disabili più sfortunati. Un abbraccio tra i due, che ha rappresentato il perfetto connubio sport – solidarietà al centro dell’incontro dal titolo ‘Calcio: uno stile di vita’, moderato dal giornalista Michele Salomone e svoltosi ieri pomeriggio nella Sala Conferenze del Liceo, all’Istituto Di Cagno, che ha inaugurato la tre giorni di eventi sportivi di ‘Tuttincampo’, il raduno delle Nazionali di calcio disabili FISPIC, FISPES e FISDIR, che fino a domenica si alleneranno nei campi dell’Istituto.

Un’occasione unica per tutti coloro che vogliono scoprire l’utilità dello sport come valore sociale e strumento di recupero e reinserimento di chi ha subito un trauma o una malattia: i ragazzi disabili che assisteranno alle partite, infatti, potranno allenarsi con i giocatori in campo. Ma non solo: lo sport è anche un’ottima medicina e uno strumento di prevenzione delle malattie tipiche dello stile di vita occidentale (obesità, diabete ecc.), come ha sottolineato il presidente del Coni Puglia, Elio Sannicandro, che ha anche auspicato una progressiva integrazione delle attività dei Comitati olimpici e delle categorie dei normodotati e dei disabili.

Un’idea condivisa anche dall’assessore allo Sport del Comune di Bari, Pietro Petruzzelli, che ha annunciato l’intenzione di convocare a breve gli Stati generali dello sport in città: un momento di confronto e, soprattutto, di ascolto di tutti gli i protagonisti dello sport barese, per individuare insieme priorità e prospettive. Interessante anche l’idea, lanciata da Petruzzelli, di realizzare una pista di atletica sul Lungomare, che è “la pista podistica più importante della città – ha detto l’assessore – sarebbe bello valorizzarla adeguatamente. La nostra città spesso non è inclusiva per chi vive avendo particolari esigenze, come i disabili – ha sottolineato Petruzzelli – proveremo tutti insieme a renderla più accogliente nel frattempo, sicuramente accogliente è stato il pubblico dei ragazzi, attento alle numerose testimonianze di atleti e allenatori, felici di poter portare la propria testimonianza sul ‘calcio come stile di vita’. 

Gradita sorpresa, alla fine del dibattito, è stato il saluto di Romeo Paparesta, padre del presidente del Bari Calcio Gianluca: grande disponibilità da parte sua sia a future collaborazioni con il CIP Puglia e il presidente Pinto, sia per la costruzione di una squadra disabili direttamente collegata al club biancorosso, come suggerito da un giocatore del club disabili del Torino. Tra gli altri relatori, Vincenzo Mazzeo dell’Inail, che ha illustrato le attività dell’Ente in relazione alla disabilità e il supporto pubblico in questo senso.

‘Tuttincampo’ prosegue oggi (9 – 12-30 e 15.30 – 19.30) e domani (9 – 11.30 e alle 12 chiusura della manifestazione) sui campi sportivi del Di Cagno: l’ingresso è libero.