Salgono a 2317 i casi di Coronavirus registrati in Puglia, dopo i 2240 di ieri. A renderlo noto è il Presidente della Regione Emiliano che, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha comunicato che oggi sono stati effettuati 1103 test in tutta la regione, di cui 77 sono risultati positivi. 

I casi positivi sono cosi suddivisi: 28 in Provincia di Bari; 9 in Provincia Bat; 12 in Provincia di Brindisi; 18 in Provincia di Foggia; 6 in Provincia di Lecce; 2 in provincia di Taranto, su uno è da attribuire la provincia di appartenenza. Sono stati registrati oggi 9 decessi: 5 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 1 in provincia BAT.

Il bollettino nazionale odierno per il Coronavirus dà una piccola speranza. Pur rimanendo un numero inaccettabile, 525, il numero dei morti non era a questi livelli dal 19 marzo, due settimane fa. In più, come si legge su Repubblicaper la prima volta calano le persone ricoverate con sintomi (-61 unità, un'inezia su quasi 30 mila persone, ma finora era sempre aumentato) e si conferma la flessione dei posti letto occupati in terapia intensiva (valore che è calato ieri per la prima volta), con altri 17 posti che si sono liberati oggi. Nelle ultime ventiquattr'ore sono morte 525 persone (ieri le vittime erano state 681), arrivando a un totale di decessi 15.887. Anche i guariti restano sugli stessi livelli e raggiungono quota  21.815. Il numero totale di persone che hanno contratto il virus dall'inizio dell'epidemia è 128.948. 

Il capo dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli ha sottolineato in conferenza stampa "la buona notizia": "Non bisogna abbassare la guardia. E' fondamentale continuare a stare a casa e uscire solo per necessità". Il presidente dell'Iss (Istituto Superiore di Sanità) Silvio Brusaferro ha invece commentato: "La curva ha iniziato la discesa e comincia a scendere anche il numero dei morti. Dovremo cominciare a pensare alla fase 2 se questi dati si confermano. L'atteso è che nei prossimi giorni vedremo ancora questo trend diminuire". 

Il governatore della Regione Puglia Michele Emiliano ha parlato ai pugliesi sulla propria pagina Facebook, in un post commovente e pieno di emozione: "Buona domenica e buon pranzo. Come state? Mi manca molto il contatto fisico con voi in questa domenica delle Palme avvolta nel silenzio e nella tensione. Vi ho sempre abbracciato e baciato, qualche volta anche trattenuto a forza, mentre stavate per fare qualche marachella. Ma che bello era quando, camminando per strada, mi accorgevo dei vostri sentimenti anche solo guardandoci negli occhi. E quando vedevo qualcosa che non andava vi chiedevo semplicemente “che hai stamattina, che è successo?” e bastava questo per superare ogni equivoco. Adesso purtroppo devo parlarvi attraverso i social e non posso girare per la Puglia. Noi siamo l’Italia, semplice e combattiva, sempre insoddisfatta nei tempi buoni, ma capace di reazioni formidabili nell’emergenza. Non molliamo mai. Non ci arrendiamo mai e sappiamo fare gruppo. Per questo sono orgoglioso di voi e di come state affrontando questi sacrifici, con disciplina e spirito di collaborazione. Grazie per tutto quello che fate e per come lo fate. Dobbiamo stringere i denti e continuare a stare casa senza allentare. Siete una squadra fortissima! Buona domenica delle Palme".

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 05 aprile 2020 alle 20:30
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print