Domenica un protagonista inaspettato ha salvato il Bari dalla prima sconfitta della gestione Vivarini: Eugenio D'Ursi. L'attaccante, subentrato nel corso della ripresa a Terrani, si è fatto trovare nel posto giusto al momento giusto, andando a segno con una perfetta acrobazia. Una rete non casuale per un giocatore che nella passata stagione è stato il vicecannoniere del Girone C con 14 marcature.

Tuttavia, ad oggi, non è riuscito a trovare quella continuità necessaria in termini di prestazioni e presenze (solo 9), anche a causa di un lungo e fastidioso infortunio, che lo ha fortemente limitato. L'unica apparizione da titolare è arrivata proprio alla prima del tecnico contro il Monopoli, partita da cui sono nati gli acciacchi, sinonimo di quanto Vivarini creda fortemente nelle sue qualità. Un calciatore rapido ed esplosivo, tecnicamente superiore alla media e che sa vedere la porta molto bene. Un mix perfetto che può garantirgli una candidatura da alternativa di lusso, capace di poter spaccare la partite a gara in corso.

Probabilmente questo appellativo potrebbe risultare riduttivo in questo Bari. In attesa dell'arrivo del famoso trequartista, D'Ursi ha infatti tutte le carte in regola per poter partire titolare anche a discapito di Terrani, autore spesso di prestazioni poco brillanti. Un tridente pesante con Antenucci e Simeri non è da fantacalcio. Lo si è visto a Viterbo. Tre giocatori capaci di interscambiarsi continuamente in campo, svariando su tutto il fronte d'attacco e garantire maggiore ampiezza alla manovra soprattutto contro avversarie barricate nella propria metà campo per larghi tratti della gara (un film che sarà sempre più frequente nel girone di ritorno). Equilibrio ed intesa sarebbero da affinare ma non appare un caso che le due marcature dell'ex Catanzaro siano arrivate proprio dagli assist del compagno campano.

I biancorossi sono ormai padroni della gestione della palla e del predominio territoriale ma evidenziano poco dinamismo a centrocampo, aggravato anche dal recentissimo ko di Hamlili. L'inserimento dal primo minuto del classe '95 in determinate situazioni potrebbe risultare vincente per un Bari che non può permettersi di sprecare ulteriori chance come quella di domenica.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 14 Gennaio 2020 alle 15:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print