Col passaggio al 4-3-1-2, Vivarini ha incoronato come coppia d’attacco titolare il duo Simeri-Antenucci: se la coppia d’attacco si completa alla perfezione mostrando un’ottima intesa ed un buon rendimento anche numerico, il cambio modulo ha, però, penalizzato alcuni elementi della rosa più a loro agio col 4-3-3, messo in disuso dal tecnico ex Teramo.

È il caso, per motivi diversi, di un ipotetico tridente formato da Floriano, Ferrari e Neglia. Il minutaggio dei tre scarseggia ed in termini numerici e prestazionali nessuno sta rendendo come ci si aspettava. Floriano, eroe della promozione in C, ha totalizzato 9 panchine e accumulato solo 177 minuti: il cambio modulo lo penalizza ulteriormente e le voci di mercato son già circolate sul suo conto. Cessione o rilancio? Dicembre e gennaio decideranno le sorti dell’ex Foggia.

Diverso, invece, il caso di Ferrari: l’ariete arrivato via Napoli è stato decisivo a Rieti ad inizio stagione ma di lì in poi il suo rendimento è stato calante: poco spazio concessogli da Vivarini che da quando è arrivato non lo ha mai impiegato per più di 20 minuti. L’ex Pistoiese, seppur da comprimario, potrebbe anche restare a Bari ma coi biancorossi che prenderanno una punta centrale El Loco potrebbe perdere posizioni e ritrovarsi come il quarto attaccante della batteria di centravanti.

Infine Neglia: il furetto ex Siena è stato protagonista ad Avellino ma a causa dello scarso minutaggio non si sottolineano altri sussulti degni di nota. La duttilità dell’esterno d’attacco barese, però, potrebbe permettere a Vivarini di avere un’arma in più da poter sfruttare ed in tal senso Neglia potrebbe candidarsi ad un rilancio.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 27 Novembre 2019 alle 17:00
Autore: Alessio D'Errico
Vedi letture
Print