Dopo addirittura sei stagioni di assenza, al San Nicola sarà di nuovo ospite il Catania. Quella tra il Bari e gli etnei è certamente una sfida dal grande fascino e blasone. Un match di cartello degno di ben altre categorie, come testimonia il passato più o meno recente di entrambe le squadre.

L’ultima volta che ciò avvenne fu il 3 marzo del 2015, quando in Serie B i biancorossi pareggiarono per 1-1 grazie alla rete di De Luca. Da allora, quasi inaspettatamente, non si è mai più disputato alcun incontro in terra pugliese tra queste due piazze storiche del Sud. Complici il fallimento del Bari nel 2018 e la discesa del Catania in Serie C, dove staziona ormai da sei anni, hanno fatto ritardare il ritorno di un autentico big match.

In realtà già nel campionato scorso si sarebbe potuto interrompere il lungo digiuno, ma il fato ha voluto che proprio lo scontro con i rossazzurri (inizialmente in programma il 15 marzo 2020) rientrasse in quelle 8 gare fantasma dei galletti nel girone C 2019/20, ovvero le ultime giornate non disputate per la pandemia da Covid-19.

Nonostante il clima generale attuale non sia dei migliori, la gara con il Catania potrà esser vista come una sorta di recupero, seppur in due annate completamente differenti. E per uno strano scherzo del destino i tifosi baresi, purtroppo ancora pochi intimi, potranno tornare a godersi i propri beniamini dal vivo in quella che, appena sette mesi fa, fu la prima partita saltata con l’arrivo del lockdown in tutta Italia. Adesso però, in un posticipo serale appropriato per appuntamenti come questo, lunedì potrà finalmente andare in scena Bari-Catania.

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 24 ottobre 2020 alle 21:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print