Il campionato del Bari è iniziato nel migliore dei modi. La vittoria in casa della Virtus Francavilla ha dato ulteriori fiducia e certezze a mister Auteri. Per saperne di più sulla prestazione di domenica, abbiamo sentito Alessandro Del Grosso. L'ex difensore biancorosso ha così analizzato la gara: "Anche io come i tifosi ho avuto qualche difficoltà a seguire lo streaming della gara ma ho visto una buona partita. Il Bari è una corazzata, per carità, ma bisogna mettere tanti tasselli insieme per cercare di essere una grande squadra. Si è partiti con il piede giusto. I galletti hanno giocato una buona fase offensiva, partendo dagli esterni. Mi ha fatto piacere la presenza Ciofani a destra, lui insieme a D'Orazio hanno fatto un lavoro importante per attaccanti e centrocampisti che si inserivano. I gol sono arrivati proprio così. Mi è piaciuto l'approccio alla partita, non era facile. Belli partecipi, attenti e pronti a partire in avanti. Poi in una circostanza ci si è fatti trovare impreparati e ha trovato il gol Perez, la bestia nera dei biancorossi".

Sulle difficoltà dopo la prima mezzora e l'atteggiamento del pacchetto arretrato: "Secondo me non è stato proprio un calo. C'è stata la reazione degli avversari. Non dimentichiamoci che era un derby. La linea alta è spesso soggetta a critiche ma così è molto più semplice giocare perché hai sempre superiorità numerica nella metà campo avversaria. Le formazioni rivali sono così costretti a lanciare lungo e puoi ripartire da dietro".

Sulla necessità di un centrale difensivo dal mercato: "Probabilmente uno più rapido servirebbe ma se si riesce a leggere prima le situazioni, ci arrivi. Poi in queste categorie giocatori offensivi così veloci è difficile trovarli, per citare due esempi conosciuti alla Ronaldo o alla Mboma. Ora si cerca più gioco aereo e di sponda. Il mister però terrà conto di queste sbavature e nel corso del tempo andranno via. Ha comunque a disposizione uomini importanti". 

Ora arriva la sfida con il Teramo: "Il Palermo ha perso contro una squadra che cerca la salvezza immediata. Però ci sono stimoli e voglie differenti contro le big. E a Bari sarà la stessa cosa. Giocare contro i biancorossi è qualcosa di unico, tutti cercano di dare il massimo e mettersi in mostra". 

Sezione: La sciabolata / Data: Mar 29 settembre 2020 alle 14:30
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print