Dopo il tonfo casalingo contro la capolista Ternana, il Bari è chiamato subito a reagire nel match esterno con la Casertana. Al di sotto delle aspettative fin qui il cammino in campionato dei campani, che hanno totalizzato soltanto sei punti, frutto di quattro sconfitte, tre pareggi e una sola vittoria maturata nell’ultimo turno ai danni della Virtus Francavilla. Causa Covid-19, i rossoblù non disputano un match ufficiale da due settimane: l’ultima gara giocata dai falchetti risale infatti all'otto novembre.  

La panchina è affidata all’ex tecnico della Fiorentina primavera Federico Guidi, alla seconda esperienza tra i professionisti. Cultore del 4-3-3, Guidi persegue una filosofia moderna del gioco del calcio, schierando in campo una squadra tecnica e dinamica, capace di sfruttare gli spazi e allo stesso tempo contenere le incursioni avversarie. Nelle ultime uscite, complici alcune defezioni e un rendimento non proprio entusiasmante, la Casertana è scesa in campo con un inedito 4-3-2-1 ad albero di Natale, dove i trequartisti erano schierati nel ruolo di ali. 

Come dichiarato altresì dallo stesso Auteri in conferenza stampa, osservati speciali della partita saranno le due mezzali Simone Icardi e Izzillo, abili ad inserirsi negli spazi concessi dagli avversari. Emerge tra i compagni il difensore centrale Luigi Carrillo, il quale garantisce solidità difensiva e grintose prestazione, come quella contro la Virtus Francavilla in cui è arrivata anche la rete. Capocannoniere della squadra con tre goal è la giovane punta Luigi Cuppone, arrivato quest’estate dal Monopoli

Per il Bari una gara da non sottovalutare, per riprendere celermente la rincorsa alla Ternana.

Sezione: Prossimo Avversario / Data: Ven 20 novembre 2020 alle 17:00
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print