A conclusione della quattordicesima giornata di Serie C, il portale TuttoC.com ha stilato la sua Top 11 di giornata relativa al Girone C. Per il Bari, dopo la vittoria nel derby contro il Bisceglie, da segnalare la presenza di bomber Antenucci. Di seguito la formazione completa:

PORTIERE

Diamante Crispino (Casertana): i rossoblu perdono a Reggio Calabria ed è strano sottolineare la prova di un portiere che incassa due reti. Ma Crispino ne evita almeno altrettanti ed è incolpevole su quelli subiti. 

DIFENSORI

Nebil Caidi (Picerno): un'ottima gara corale per i lucani, nella quale brillano in tanti. L'esperto difensore si distingue per concentrazione e pulizia degli interventi, oltre che per la costante grinta. 

Emanuele Suagher (Ternana): concretezza e qualità. Non concede praticamente nulla agli attaccanti della Paganese e anzi per poco non trova la rete, negatagli da Baiocco. 

Marco Rossi (Reggina): nel calcio champagne degli amaranto, dove sono gli attaccanti a prendersi le copertine, non si può non mettere in evidenza la gara di Rossi contro la Casertana. Insuperabile per tutto il match. 

CENTROCAMPISTI

Arensi Rota (Monopoli): l'uomo di fascia biancoverde contro la Viterbese è il solito treno. Scava un solco, con una costante proiezione offensiva e al contempo un'attentissima fase di copertura. 

Andrea Mazzarani (Catania): una delle mosse vincenti di mister Lucarelli contro la Sicula. Entra e spacca in due il match, con il gol del pareggio e la sua qualità di categoria superiore. 

Michele Collocolo (Rende): una gran bella partita per il giovane centrocampista biancorosso che con il primo gol tra i professionisti contribuisce al pareggio di Francavilla. 

Alessandro Favalli (Catanzaro): qualità e quantità sulla corsia di sinistra per i giallorossi. Suo l'assist vincente per Nicastro nel primo tempo del match con la Cavese. 

ATTACCANTI

Mirco Antenucci (Bari): il trascinatore del derby di Bisceglie. Ancora un gol dal dischetto, poi la doppietta su azione. Sale a quota undici reti in campionato, non ci si poteva aspettare di meno da lui. 

Domenico Germinale (Cavese): non solo la rete sul calcio di rigore che, fino a ridosso del triplice fischio, stava per regalare la vittoria ai campani. Tanta grinta e qualità, risultando sempre protagonista della manovra. 

Michele Emmausso (Vibonese): tre reti in una settimana, mica male per l'attaccante rossoblù, il migliore nella festa del "Razza". Entra, segna la doppietta che indirizza il match e regala a Prezioso l'assist per il pokerissimo. 

ALLENATORE

Giuseppe Leonetti (Potenza): ci concediamo una licenza per quanto riguarda il tecnico da premiare per questo turno. Ce ne sarebbero potuti essere tanti e in fondo non valeva la pena fare un torto a nessuno. Ci sembrava giusto invece sottolineare l'esordio vincente di Giuseppe Leonetti, 32 anni a breve, vice allenatore di mister Raffaele del Potenza, in tribuna per squalifica. Una gara complicata quella di Avellino, dove il Potenza ha retto l'urto iniziale e con cinismo ha approfittato degli errori biancoverdi nel primo tempo e mantenuto salda la linea nella ripresa. La genuina esultanza in occasione dei gol e al triplice fischio, quasi come un tifoso, ne ha tradito l'emozione per questa "prima", sicuramente da ricordare. 

Sezione: Serie C / Data: Mar 12 Novembre 2019 alle 09:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print