Il Bari, ad eccezione di quello che comincerà a settembre, ha disputato nella sua storia 8 campionati di Serie C. Se il primo, nel 1951-52, fu caratterizzato da tanti problemi a livello societario e una sfortunata retrocessione a causa del Lodo Barassi, nonostante un buon piazzamento (sesto posto), il secondo anno, nella stagione 1954-55, del Bari nella categoria fu più che positivo e coronato dalla vittoria del campionato.

Come riportato da Gianni Antonucci nel suo libro, il presidente Tarsia Incuria decise di riconfermare il mister Capocasale, che nella stagione precedente aveva guidato i galletti alla vittoria della IV Serie. Dopo un buon calciomercato, la formazione pugliese chiuse il girone di andata a quota 22 punti e uno score di 7 vittorie, 8 pareggi e 2 sconfitte, rimediate a Siracusa e a Livorno rispettivamente alla nona e all'ultima giornata, entrambe per 1-0.

Il girone di ritorno fu invece caratterizzato da un solo pareggio e un maggior numero di vittorie e sconfitte, rispettivamente 9 e 7. Nell'ultima giornata il Bari sconfisse al "Della Vittoria" il Livorno per 2-0, arrivando a pari punti con i toscani, ma superando i rivali negli scontri diretti, chiudendo dunque la stagione in prima posizione con 45 punti e con Luigi Bretti capocannoniere con 16 reti. Alla luce di quell'exploit, dopo 4 anni il Bari tornò quindi in Serie B

Sezione: Amarcord / Data: Mer 5 Giugno 2019 alle 21:15
Autore: Marco Rosario Pacella
Vedi letture
Print