Emanuel Benito Rivas è stato protagonista di uno dei periodi più vincenti della storia del Bari: arrivato in Puglia nell'estate 2008, l'esterno argentino ha raggiunto al suo primo anno con i galletti la promozione in A, rendendosi protagonista anche della memorabile stagione 2009-2010 in massima serie. Così Rivas ha ricordato ai nostri microfoni i suoi migliori momenti in biancorosso: “A Bari ci sono stati molti bei momenti, mi è rimasto un pò il cuore lì. Al primo anno quando sono arrivato siamo saliti subito in serie A con una grande squadra e un gioco bellissimo; ci divertivamo in campo e facevamo divertire. Quell’anno è stato molto bello. Poi il primo anno in A, il primo gol in A, la partita a Milano e quella con la Fiorentina, in cui ho anche segnato. La partita a Milano contro il Milan è quella che è rimasta di più nei miei ricordi: l’hanno vista anche in Argentina, è stata una partita da sogno. Peccato che non l’abbiamo vinta però è rimasta una gran partita”.

L'elemento indispensabile per ambire a un grande obiettivo: "Non basta avere bei giocatori e individualità, l'elemento principale è il gruppo, è quello che ti tira fuori nei momenti difficili. Se il gruppo è affiatato se ne esce tutti insieme da quei momenti. Se i giocatori stanno bene insieme riesci a tirare fuori il massimo".

Il ricordo della promozione del Bari nel 2009: "Raggiungere una promozione sicuramente è molto difficile. Quell'anno sembrava fosse semplice e facile perché avevamo raggiunto la serie A diverse giornate prima della fine del campionato, poi si giocava bene, la gente andava allo stadio e sapeva che il Bari avrebbe vinto quasi di sicuro. Però non succede spesso, non tutte le promozioni sono così, si deve lottare tanto. Il Bari merita minimo la serie B. Speriamo che la squadra tiri fuori quello che manca per salire in B, sarebbe una grande gioia”.

Sezione: Esclusive / Data: Gio 01 aprile 2021 alle 07:00
Autore: Michele Tedesco
Vedi letture
Print