È stata una settimana diversa dal solito quella di un Bari che si è trovato a fronteggiare l'emergere dei primi contagi da covid: la preparazione alla sfida contro la Juve Stabia ha visto un protocollo particolare, con i calciatori in una bolla tenuti a restare in isolamento. Tutto questo, però, non ha influenzato la preparazione ad una gara delicatissima, che dovrebbe segnare il riscatto dopo la cocente sconfitta con il Foggia ottenuta una settimana fa. 

Di questo si è detto convinto il tecnico del Bari Gaetano Auteri, che intervenuto in conferenza alla vigilia della sfida ha affermato: "Negli ultimi due allenamenti c'è stato qualche piccolo disturbo, ma tutto circoscritto, nessuna problematica particolare. Siamo distanziati, abbiamo rispettato il protocollo, ma abbiamo lavorato".

Il tecnico è poi tornato sulla deludente prestazione messa in mostra una settimana fa nel derby con il Foggia: allo Zaccheria è sceso in campo un Bari troppo brutto per essere vero, spento e mai in grado di ribaltare l'incontro. Riflettere su quanto accaduto è fondamentale affinché la gara persa in terra dauna possa servire da lezione in vista di un proseguio di stagione in cui sarà fondamentale far tesoro dei propri errori.

È proprio questo che ha rimarcato oggi il tecnico, commentando: "Lo scivolone è avvenuto, inutile sottolineare il perché, l'abbiamo fatto all'interno. Si riparte, attraverso il lavoro quotidiano. Meglio sia avvenuto prima". Insomma, sarà fondamentale rialzarsi dopo una settimana difficile, aperta con la sconfitta di Foggia e complicata dall'ansia relativa ai casi di contagio: per lasciare tutto alle spalle non c'è modo migliore di una vittoria, che rilancerebbe la corsa di una squadra che ha una voglia matta di dire la sua in campionato.

Sezione: Focus / Data: Sab 07 novembre 2020 alle 22:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print