Per l'ennesima volta la partita del Bari si conclude con l'amaro in bocca. I biancorossi escono dal San Nicola con un pareggio che è la sintesi perfetta fra un buon primo tempo ed una pessima ripresa. A segno Mirco Antenucci Tommaso Cancellotti.

Di seguito le pagelle del match:

FRATTALI 6 – Nessun intervento degno di nota nella sua partita. Si prende un’ammonizione evitabile

BERRA 5,5 – Non commette nessun errore ma spesso è fuori dal centro del gioco

SABBIONE 6,5 – Nella prima parte di gara, quando il pallone corre poco, cerca di bypassare il centrocampo cercando gli attaccanti con lanci lunghi. Poi controlla

DI CESARE 6,5 – Leggasi il discorso fatto per il compagno di reparto, bravo nel serrare le file. Nel finale i compagni non lo aiutano

PERROTTA 6 – Appena può prendersi la licenza si spinge in avanti. Neo nella sua partita: era in marcatura in occasione del pareggio

SCHIAVONE 6 – Sfiora il gol direttamente da calcio d’angolo, è in crescita ma rimane qualche imprecisione

BIANCO 6 – Dà ordine in mezzo al campo

HAMLILI 6 – Lotta con il cuore su ogni pallone, ma si divora una grandissima occasione per raddoppiare e chiudere la gara

TERRANI 6,5 – Fantasia tanta, precisione da migliorare. Bravo a rompere linee di passaggio, a volte si innamora troppo del pallone

ANTENUCCI 7 – Apre la partita con una prodezza in rovesciata e tanto basta. Esce fra gli applausi

SIMERI 7 – Prestazioni così fanno capire perché Vivarini non rinunci mai a lui. Sotto porta si vede poco, ma fa tanto lavoro sporco e dialoga bene con i compagni

FOLORUNSHO 5,5 – Ci mette tanta buona volontà, ma è ancora spesso impreciso

FERRARI 5,5 – Da una sua spizzata nasce la rete del pareggio. Sfortunato

SCAVONE 5,5 – Quando entra il Bari è in affanno, non riesce ad incidere pesantemente sulla partita

NEGLIA SV

CORSINELLI SV

VIVARINI 5,5 – Ora il distacco dalla vetta inizia a farsi troppo ampio. Il suo Bari parte bene ma si spegne nella ripresa: i cambi non danno i frutti sperati

Sezione: Il Pagellone / Data: Dom 24 novembre 2019 alle 19:45
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print