Andrea Schiavone è uno dei centrocampisti più utilizzati della rosa biancorossa. Acquistato per essere il regista nel 4-3-3 di Cornacchini, sta trovando posto da mezzala nel centrocampo a tre di Vivarini, causa le buone prestazioni di Raffaele Bianco. Un sacrificio che non sembra però turbarlo, visto il buon rendimento offerto ogni partita.

I NUMERI - Sono venticinque le apparizioni in stagione per l'ex Venezia, condite da tre assist. In totale ha raccolto 1647 minuti, un ottimo numero nonostante non parta sempre nell'undici titolare. Ad oggi nessun gol all'attivo, nonostante abbia un piede ordinato e preciso, ma che storicamente sa essere letale.

COSA VA - Schiavone offre sicuramente tanto impegno e sacrificio. Play basso, mezzala e a volte anche trequartista: nel centrocampo di Vivarini insomma sa ricoprire senza sbavature tutti i ruoli. Abile ad impostare le geometrie, ripiegando se necessario sulla linea difensiva, se la cava discretamente anche nel battere angoli e punizioni.

COSA NON VA - Manca il gol. La conclusione da fuori è un suo biglietto da visita, ma ancora a Bari non si è vista questa qualità. Da migliorare anche la personalità, in quanto a volte sembra non trovarsi a suo agio nel battagliare e giocare sporco, finendo per scomparire dalla partita.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 24 Marzo 2020 alle 09:20
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print