Nel prossimo turno di campionato sarà fondamentale per il Bari ritornare alla vittoria. Il margine di 8 punti dalla capolista è davvero troppo ampio per concedersi ulteriori battute d'arresto. Tra i vari aspetti da registrare in questo 2020 vi è una certa instabilità in fase difensiva, basti pensare che 6 delle 13 reti incassate sotto la gestione Vivarini, risalgono proprio alle ultime sei partite.

Contro il Picerno bisognerà, dunque, cercare di invertire questo trend, evitando quei piccoli ma fatali cali d'attenzione. La formazione di Monopoli subirà sicuramente delle mutazioni a partire dall'assenza certa di Marco Perrotta. Il classe '95 è stato fermato dal Giudice Sportivo dopo il cartellino rosso di domenica. La linea difensiva risulterà inedita, visto che l'ex Pescara, non aveva mai saltato una partita in questa stagione.

Clamorose sorprese a parte, sulla fascia sinistra dovrebbe rientrare dal primo minuto Filippo Costa. Il laterale appare nettamente avanti rispetto a Filippo Berra (non ancora in gruppo a pieno regime) e Francesco Corsinelli, che nel derby non ha brillato. I principali dubbi riguardano però la zona centrale, dove si cerca un partner per Alessio Sabbione. Le dichiarazioni nel pomeriggio di Valerio Di Cesare, hanno acceso più di una lampadina d'allarme: il capitano si sta allenando ma non si sente ancora al 100%. D'altro canto i tempi (siamo a mercoledì) sono dalla sua parte e c'è grande fiducia per un completo recupero. 

Ma in caso di forfait, quali potrebbero essere le alternative? Si valuterebbero due ipotesi: lo spostamento al centro di Matteo Ciofani o l'esordio di Pierluigi Pinto. Molto dipenderà dal grado d'inserimento nei meccanismi difensivi di quest'ultimo, anche per evitare eccessivi stravolgimenti. Ovviamente in caso contrario potrebbe esserci spazio a destra per uno tra Berra e Corsinelli. 

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 12 Febbraio 2020 alle 21:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print