Manuel Marras, autore della doppietta decisiva, ha commentato la vittoria contro la Juve Stabia ai microfoni di RadioBari: “L’importante è cercare di dare continuità ai risultati, ci siamo riusciti. È sempre importante trovare la via del gol. Il primo è stato una bella giocata di D’Ursi che mi ha trovato sul taglio, mentre nell’altro è stato bravo Antenucci con i tempi a trovare la giocata giusta. Sappiamo che dobbiamo fare sempre così, cercando di ottenere il massimo possibile. Ora ci stiamo sacrificando tanto e penso che si veda in campo. Siamo messi molto bene, concentrati, abbiamo fatto un’ottima partita dal punto di vista di compattezza di squadra. Con Antenucci tra le linee, che ha qualità incredibili, e con Cianci punta di riferimento è molto importante”.

Sulle doppiette: “Quest’anno mi è nuovo, è un buon vizio, in carriera non ne avevo mai fatte. Le quattro punte? Con Auteri l’avevamo fatto nei secondi tempi per recuperare le gare. Ovviamente certe giocate con una punta di riferimento sono diverse e più congeniali alle nostre caratteristiche. Gli esterni devono sacrificarsi di più rispetto a prima, proprio come ha fatto oggi D’Ursi a cui va un plauso oltre per l’assist. L’esempio di un compagno che fa una corsa in più dà uno stimolo. L’abbraccio a Di Cesare? Valerio me l’aveva detto prima della partita che avrei fatto gol, sono andato ad abbracciarlo. Lo spirito del gruppo è importantissimo, altrimenti si fa fatica. La dedica? Alla mia ragazza e alla mia famiglia”.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 03 marzo 2021 alle 20:16
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print