L’inizio dei playoff è ormai imminente. Dopo la finale di Coppa Italia Lega Pro, che ha visto Ternana e Juventus U23 aprire le danze, le migliori squadre di Serie C sono pronte a scendere di nuovo in campo. Tra queste, compaiono storiche rivali del Bari, che hanno condiviso diversi anni in Serie B con i galletti, una di queste è l’Avellino.

Dopo il fallimento nel 2018, gli irpini hanno vinto nella scorsa stagione il girone G della Serie D, ottenendo la promozione. Quest’anno, il club è riuscito a strappare in extremis un biglietto per gli spareggi, concludendo il campionato al decimo posto del girone C con 40 punti.

Lo storico stagionale fra Bari e Avellino esprime al meglio la rivalità tra le due squadre. Al Partenio la partita terminò in pareggio sul punteggio di 2-2, e, nonostante la partita di ritorno al San Nicola abbia visto i galletti trionfare per 2-1, va ricordato che nell’incontro di Coppa Italia giocato al Partenio i biancoverdi eliminarono il Bari vincendo 1-0. Non bisogna quindi sottovalutare i campani; lo dimostrano i successi ottenuti su top club del girone C come la Ternana – sia all’andata che al ritorno – e Monopoli.

Le lacune dell’Avellino però, sono ancora troppe. Basti pensare che gli irpini hanno una differenza reti negativa di 4 gol, e anche le sconfitte (12) superano di una misura le vittorie. La media punti è 1.33 sia in casa che in trasferta, valore insufficiente per una squadra che punta ad andare avanti nei playoff.

Gli uomini di Capuano, allenatore subentrato a Ignoffo appena prima della sfida contro il Bari, vengono schierati sempre con la difesa a 3, ma l’adattamento degli altri reparti dipende dalle squadre da affrontare. Nel reparto offensivo biancoverde compaiono 2 ex biancorossi: Pozzebon e Albadoro. Il primo, acquistato a gennaio, ha giocato solo 5 partite coi lupi, senza segnare alcun gol. Il prodotto del vivaio barese, invece, è l’attaccante titolare dell’Avellino, e in stagione ha messo a referto 5 gol e 2 assist.

Il capocannoniere della squadra però è Di Paolantonio, centrocampista dai notevoli mezzi tecnici che ha siglato 8 gol e 5 assist. Infine, anche Illanes, giovane difensore argentino appartenente alla Fiorentina, ha disputato un ottimo campionato, e l’unico gol stagionale l’ha trovato proprio nella partita al Partenio contro i galletti.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 29 giugno 2020 alle 10:00
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print