Intervenuto ai microfoni di RadioBari, Vincenzo Vivarini ha commentato la partita con l'Avellino: "Diamo continuità ai risultati, conoscevamo le insidie di questa partita, anche se, parliamoci chiaro, c'è ancora molto da migliorare. Abbiamo pagato un po' soprattutto dal punto di vista atletico, i ragazzi non erano reattivi sulle ripartenze. Anche a livello mentale potevamo fare qualcosa di meglio".

Vivarini continua parlando degli errori difensivi"Nel primo gol è mancata una lettura del reparto, non doveva esserci solo Di Cesare su quella palla, mentre Valerio è stato solo. Sul secondo non so se voleva metterla lì, però potevamo evitare tutti quei falli dal limite. Oggi abbiamo giocato di nuovo come singoli e non come reparto, questo prescinde dal modulo".

Sul turnover: "Nella logica di un campionato tutti i giocatori sono importanti, tutti i gol sono nati da azioni provate in settimana. Non dobbiamo pensare a chi non c'era".

Spazio ad un commento sulla partita di Kupisz"Avevo fatto dei ragionamenti, poi l'ho tolto perché la partita si è messa diversamente da come previsto. Non è questione di singoli, l'intero reparto difensivo doveva muoversi meglio".

Occhio sulla gara con il Catanzaro: "Prima dobbiamo riguardarci la gara di oggi, che può darci ulteriori spunti. Sicuramente non avremo più il sintetico è un vantaggio".

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 20 Ottobre 2019 alle 17:40
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print