Giuseppe Raffaele, tecnico del Catania, è soddisfatto della prestazione dei suoi, nel pari interno di questo pomeriggio contro il Bari. Ai canali social ufficiali del club etneo ha dichiarato:“Avremmo meritato il successo. Abbiamo gestito le forze, cercando di dosarle. A Terni, siamo stati puniti oltre i nostri demeriti. Oggi, invece, abbiamo dominato, ed anche nel primo tempo abbiamo rischiato poco, pur restando più guardinghi. Moralmente, abbiamo vinto noi.”

Sul calendario intasato e i prossimi impegni dei suoi, il mister dei rossoazzurri ha detto: “Non è facile preparare una partita ogni tre giorni. Nel secondo tempo, comunque, abbiamo fatto una gara straordinaria, siamo molto vicini a realtà che avrebbero dovuto stracciare il campionato. Segnando il rigore, avremmo preso i tre punti. Ora ci aspetta la Paganese, cercheremo di fare punti anche lì.”

La scelta del tiratore della massima punizione è stata spiegata così dall’allenatore: “Il rigorista è Piccolo, che però era assente. Sarao ne ha tirato qualcuno, Dall’Oglio ha fatto gol l’ultima volta ed oggi ha sbagliato. Non so se ci fosse un altro rigore, su Di Piazza. Uno l’abbiamo avuto e lo abbiamo fallito. Mi prendo la grande prestazione, la determinazione e la voglia. Bisogna proseguire questo percorso per togliersi tante soddisfazioni. Anche il Bari ha avuto i suoi meriti, ma abbiamo rischiato poco. Avevamo qualche elemento in condizioni fisiche precarie, non potevamo essere spregiudicati fin dall’inizio.”

L’analisi del match è chiara: “Un’avversaria come i galletti, costruiti per stravincere questo campionato, è stata dominata in lungo e in largo, nel secondo tempo. Il loro 3-5-2 iniziale non ci ha sorpreso, sapevamo che avrebbe potuto essere una soluzione. Ho scelto una coppia di attaccanti rapidi, perché so che loro non hanno difensori velocissimi. Sarao non sta benissimo, e speriamo di averlo a disposizione mercoledì. Nel girone di ritorno, abbiamo fatto tre vittorie ed il pari di oggi. La Ternana si è dimostrata superiore a noi, nello scontro diretto. Dobbiamo continuare il cammino, non ci deve scalfire il fatto di aver sbagliato dagli 11 metri. A Pagani, mercoledì, cercheremo di fare il massimo.”

Sezione: News / Data: Dom 21 febbraio 2021 alle 21:30
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print