E' chiusa l'inchiesta sull'ex presidente del Bari, Giancaspro. Repubblica aggiorna sulle evoluzioni giudiziarie relative alle presunte ingerenze sulla città di Trani dell'imprenditore, attraverso sponsorizzazioni in cambio di appalti. "Secondo l’accusa circa 77 mila euro sottratti dalla cassa parcheggi del Bari Calcio e dai conti correnti della società sportiva barese sarebbero finiti nelle casse della Vigor Trani per consentire all’allora patron del Bari di “ottenere occasioni di illecito profitto nella città di Trani", rimarca il quotidiano, "Fondamentale, secondo quanto fu accertato, l’incontro risalente al 2016 tra Giancaspro e il sindaco di Trani Amedeo Bottaro". Ora per Giancaspro, così come per gli altri indagati, venti giorni per produrre memorie e chiedere di essere interrogati. Dopo di che la procura deciderà su rinvio a giudizio o archiviazione.

Sezione: News / Data: Gio 12 Dicembre 2019 alle 07:45
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print