Ieri sera ha parlato ai microfoni di Ternana Time Carlo Mammarella. Il terzino delle fere si è così soffermato sull'incredibile cammino della squadra nel Girone C: "Tante volte mi meraviglio pure io. Ci sono dei momenti in un campionato in cui pensi che può andare qualcosa storto o che quella partita possa essere quella difficile. E invece vengo puntualmente smentito. Quest’anno i ragazzi mi hanno sfatato tanti miti. I nostri numeri? Sarei un ipocrita se dicessi che la squadra non guarda questo aspetto. Fino adesso c’è stata grande spensieratezza. Io stesso non ho mai visto una partita dell’Avellino o del Bari. Così come non ho mai letto un’intervista di qualcuno esterno a noi". 

Sul momento di piena consapevolezza: "Sicuramente la partita di Bari, non perché fosse la squadra più forte del campionato ma imporsi come abbiamo fatto in un campo così importante e contro una squadra così forte ha voluto dire tanto. Abbiamo dato un messaggio in primis a noi e poi a tutti gli altri".

La lotta a due per il secondo posto: "Forse in un’intervista di tre mesi fa parlai dell’Avellino perché per me è stato costruito nel modo giusto con un grandissimo allenatore. Per me era quella squadra che poteva fare quello che sta facendo ora. Non dimentichiamoci che è stata vittima del Covid con tanti calciatori contagiati. Magari ha pagato in quel periodo".

Sezione: News / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 20:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print