Ai microfoni di Trapanigranata.it, la punta del Trapani Stefano Pettinari ha lanciato pesanti accuse nei confronti della società granata, quest’oggi impossibilitata a disputare il match contro la Casertana non avendo ricevuto il placet da parte degli ispettori della Lega Pro. Queste le sue parole: “Nei primi due giorni ci siamo allenati con un positivo in squadra: noi ci eravamo sottoposti al tampone e ci siamo allenati senza averne il risultato. Poi abbiamo scoperto che c’era un ragazzo positivo. Questo episodio è stato solo il primo di una lunga serie. Quando ci siamo allenati non c’è mai stata la presenza del medico, come nella rifinitura di ieri. Hanno provato a tesserare un medico, ma la Procura oggi ha accertato il mancato tesseramento. Inoltre, questo dottore non ha assistito all’allenamento e non ci sono stati controlli. Le nostre difficoltà si stanno protraendo da un mese ed è sotto gli occhi di tutti. C’è la Procura Federale che ha verificato l’attuazione del protocollo sanitario: non so se oggi fosse tutto in regola, ma fino a ieri non lo è stato”. 

Il classe 1992 ha poi parlato del suo futuro e dell’istanza di svincolo presentata alla società siciliana: “Gli organi competenti si stanno occupando della mia richiesta di svincolo. Il mio problema, come quello di tutti gli altri ragazzi, compresi i Primavera, è stato proprio il non aver avuto a disposizione il campo, lo staff tecnico, un dottore e non aver potuto svolgere l’allenamento. Penso che chiunque avesse giocato oggi rischiava grosso, perché andava incontro ad infortuni e rovinava la stagione. La situazione è grave e, sinceramente, non ho mai assistito o letto una cosa del genere”.

Sezione: Serie C / Data: Dom 27 settembre 2020 alle 23:30
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print