Per quattro anni, durante le gestioni Paparesta-Giancaspro, il Bari ha tentato invano di agganciare la massima serie. In questo periodo nelle varie campagne acquisti sono stati prelevati giocatori di grande esperienza, magari non più giovanissimi ma con trascorsi importanti che, scendendo di categoria, avrebbero dovuto dare quel qualcosa in più per aiutare la squadra.

A questo identikit corrisponde senza dubbio il nome di Andrea Lazzari, arrivato a 32 anni nel gennaio 2015, nell'ultimo giorno della sessione invernale di mercato. In dote ha portato l'esperienza accumulata in sette stagioni di Serie A, vissute con le maglie di Cagliari, FiorentinaUdinese Carpi, in un periodo in cui ha collezionato anche quattordici presenze e due reti in Europa League ed una convocazione in Nazionale

Il suo sbarco in Puglia, però, non è stato sufficiente a portare il club biancorosso in massima serie, dato che la corsa degli uomini allenati da Andrea Camplone si è fermata nel preliminare dei play-off contro il Novara. Di suo Lazzari ci ha messo nove presenze, condite con la rete realizzata contro il Livorno

Dopo il suo addio, Lazzari è rimasto in Serie B, vestendo la maglia del Pisa, prima di scendere nelle categorie inferiori. Dopo una parentesi al Fano, in C, è passato alla Virtus Senigallia, in Eccellenza, dove attualmente milita. 

Sezione: Amarcord / Data: Lun 6 Gennaio 2020 alle 21:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print