Hbari 2003, il pres. Romito: "Noi e il Bari insieme in A"

25.07.2017 19:00 di Redazione TuttoBari  articolo letto 8814 volte
Fonte: a cura di Clemente Calabrese
Gianni Romito
Gianni Romito

A Bari non solo calcio e sport per normodotati ma spazio anche alle persone disabili. Grande merito va ascritto a Gianni Romito (nella foto) principale esponente dell' Hbari 2003 formazione di basket in carrozzina che a livello sportivo sta ottenendo risultati  davvero importanti.  Giusto per non andare troppo a ritroso basta ricordare lo straordinario accesso ai playoff passando per il secondo posto ottenuto nel campionato 2016 /2017  nel girone d del campionato nazionale di serie b.

Archiviata questa parentesi assai positiva, impreziosita dall'affetto e dalla stima reciproca con il Bari calcio e il presidente Giancaspro, senza dimenticare il gemellaggio con varie organizzazioni del territorio quali ad esempio la Bari ale, non è più tempo di pensare a quello che è stato. Bisogna già essere operativi per preparare una nuova annata che ci si augura possa essere allo stesso modo esaltante e ricca di successi.

"Non nascondo di essere orgoglioso di quello che hanno fatto i ragazzi nella passata stagione - le parole del presidente Gianni Romito - Arrivare secondi in un girone di ferro come era il nostro è qualcosa di straordinario. La nostra vera forza è stata il gruppo e faccio un plauso a tutti. Chiaramente ora bisogna preparare la prossima stagione. Innanzitutto abbiamo provveduto ad inscrivere la squadra alla serie b  non senza ingenti sforzi economici,  ma la parte più gravosa è reperire le risorse per coprire i costi di gestione del torneo. Mi auguro che il Comune di Bari e  tanti partner commerciali del capoluogo con piccoli sforzi  soggettivi riescano a rendere possibile un campionato di vertice che possa dare lustro alla città di Bari e far gioire i tanti tifosi che ci seguono sempre con enorme passione".

Il sogno: "Ho un sogno nel cassetto: poter andare in serie a a braccetto con l' Fc Bari - l'ammissione di Romito - Squadra di cui peraltro sono un grande tifoso. Ritengo che il presidente Giancaspro e il direttore sportivo Sogliano stiano allestendo un organico che potrà recitare un ruolo da protagonista. L'allenatore sembra avere qualità importanti, quindi ci sono tutte le componenti adatte per centrare un traguardo attesissimo in città. Ripeto, il massimo sarebbe che sia noi che loro festeggiassimo insieme  l'approdo nella massima serie".