Non basta il bel finale. La Poule inizia con un pareggio

Decisiva ora la sfida contro l'Avellino. Sarà anticipo di C
12.05.2019 21:00 di Davide Giangaspero   Vedi letture
Non basta il bel finale. La Poule inizia con un pareggio

Sotto il diluvio, Bari e Picerno si spartiscono la posta in palio nel primo match del gironcino iniziale della Poule Scudetto. Un pareggio a reti bianche in un San Nicola praticamente vuoto. I biancorossi schierano la formazione migliore con la sorpresa Langella in luogo di Piovanello: in avanti Brienza cuce a tratti, e Simeri si fa vedere per il solito gran lavoro e un'unica bella conclusione deviata dal portiere avversario. Buono il finale con i biancorossi riversati in avanti, e il Picerno di rimessa, squadra organizzata e assolutamente pimpante sul prato scivoloso dell'astronave.

Bari e Picerno hanno giocato una gara discontinua, dai ritmi gradevoli però nelle porzioni di gara di maggiore verve e un finale in chiaro crescendo con una rete annullata a Iadaresta in pieno recupero. Peccato, perché i tre punti avrebbero fatto comodo a porre una seria ipoteca sul passaggio del turno che ora invece passerà necessariamente da una vittoria contro l'Avellino, settimana prossima. Gli irpini, vincitori in quasi contemporanea del proprio spareggio (e, quindi, promossi nella terza serie), costituiranno l'ostacolo decisivo per gli uomini di Cornacchini che in Campania troveranno un clima niente male, e un incrocio da chiaro "anticipo" di Serie C, in attesa che proprio i lupi sfidino poi nell'ultima gara il Picerno per trarre le somme conclusive.

Nella gara contro i lucani timide note di merito, per certi versi sorprendenti, sul piano dell'intensità offensiva. Poca cattiveria però sotto porta, con qualche pallone ben gettato in area che non ha trovato la deviazione della gloria. Fra i più positivi Mattera (assolutamente convincente in fase di impostazione dalle retrovie), e i terzini Turi e Nannini, propositivi sulle due fasce. Alterne le prestazioni di Brienza e Floriano, gioia sfiorata per Iadaresta, entrato ad una manciata di minuti dalla fine e fermato con l'urlo strozzato in gola per un fuorigioco contestatissimo. Attento Marfella sui tentativi dei lucani, ai punti avrebbero vinto i biancorossi. Si replicherà fra sette giorni, sperando che il Bari ritrovi il gol perso per strada oggi.