"Processo al Galletto" è una rubrica in cui non si ricercano colpevoli ma si analizzano, con obiettività, le varie situazioni, di campo e non.

Chi guiderà il prossimo Bari? L'analisi della 'corte'... 

Dipalo: Il tempo della valutazioni e delle attese è finalmente finito. Dopo giorni passati a chiedersi chi guiderà (in panchina e dietro una scrivania) il Bari, la proprietà è prossima agli annunci ufficiali che, salvo clamorose sorprese, dovrebbero riguardare i nomi del nuovo tecnico e del prossimo direttore sportivo. Auteri e Romairone: al momento, sembrano loro i prescelti a cui il club chiederà il non semplicissimo compito di preparare il nuovo (quanto necessario) assalto alla serie B. Restiamo vigili, dunque: le prossime ore dovrebbero essere quelle decisive. 

Giangaspero: La candidatura di Tesser, che avrebbe messo d'accordo tutti, si è sfilata. Restano all'orizzonte l'aggancio ad Auteri o ad una sorpresa, un nome magari non particolarmente gettonato nei rumor di queste settimane, oltre ovviamente ad una conferma di Vivarini. A tal proposito sono sempre più scettico: come sarebbe possibile legittimare la riproposizione di un tecnico che era già a Bari ed è rimasto in sospeso per oltre un mese? Sarebbe perlomeno bizzarro. Certo è che questa settimana mi aspetto passi ufficiali. Il campionato non è poi così lontano, il Bari deve necessariamente partire. Bene, in tal senso, i progressi registrati sull'individuazione del diesse. Se, come sembra, sarà Romairone, il Bari potrà contare su un dirigente di ottimo curriculum, che potrà allacciare indubbi rapporti di forza sul mercato, specie in una categoria come la C. Si fa un gran parlare del possibile distacco dei De Laurentiis: in realtà credo che il Bari rilancerà la sfida con una squadra ancora di prim'ordine. I tifosi possono avere fiducia, anche se comprendo l'impazienza per conoscere le nuove linee guida. De Laurentiis, nonostante la risposta piccata dei giorni scorsi, sa bene che è arrivato il momento di dare volti e nuove certezze al suo Bari. Non si può aspettare oltre.

Garinella: Io non escluderei Fabio Caserta, allenatore che ha fatto più che bene alla Juve Stabia, e che è retrocesso quest’anno ma che, sinceramente, di più avrebbe potuto difficilmente fare. Lui e Auteri le alternative. A questo punto trovo difficile la permanenza di Vivarini. Troppi dubbi all’orizzonte, l’avrebbero già confermato. Sono convinto, inoltre, che Romairone stia già lavorando sotto traccia per il Bari e che, una volta ottenuto lo svincolo dal Chievo, sarà ufficializzato. Non vuol dir nulla la mancanza di notizie ufficiali. Il Bari è giá all’opera per rinforzare la rosa e tagliare quei calciatori poco funzionali al progetto. Resta il nodo allenatore ma credo sia ormai un discorso a due Caserta - Auteri, con il primo, secondo me, favorito. Tesser resterà a Pordenone e, forse, fa bene a continuare nel progetto cominciato due anni fa. Caserta e Auteri sono alla ricerca di un riscatto dopo la recente stagione. Chiunque siederà sulla panchina del Bari avrà le motivazioni necessarie per fare più che bene.

Sezione: Copertina / Data: Lun 17 agosto 2020 alle 13:00
Autore: Raffaele Garinella
Vedi letture
Print