Sta destando scalpore la possibilità che Simone Simeri, uomo simbolo e trascinatore nelle scorse due stagioni biancorosse, possa decidere di lasciare Bari a gennaio. Per sentire il parere di un ex sulla questione, la nostra redazione ha sentito Angelo Terracenere, che ha così valutato: “Spero che non vada via, perché è un giocatore molto amato dalla tifoseria barese. Sicuramente questi calciatori servono: quando è entrato oppure ha giocato dall’inizio, anche nelle volte in cui non ha fatto le sue migliori partite, si vede che dà l’anima e dà tutto. E poi ha pure qualità, velocità ed estro. Se il mister non lo ritiene adatto alla causa ci sarà un motivo, può darsi che non faccia al caso suo per il tipo di gioco. Non ho idea della ragione per cui possa essere ceduto: se sia Auteri oppure il ragazzo che voglia andare via perché sta trovando poco spazio”.

L’ex centrocampista dei galletti ha provato ad inquadrare la situazione: “Sicuramente Simone ha voglia di giocare e di mettersi in mostra. Dispiace perché quei calciatori che sono amati dalla tifoseria ed in campo danno tutto anche se non giocano sono molto importanti, pure per quanto riguarda lo spogliatoio. È vero che deve giocare, però se uno è consapevole delle proprie forze non vedo il perché va via da Bari, una città ed una società che, pur stando in Serie C, le ho sempre reputate come se stessero in Serie A con il Milan, l’Inter o la Juventus. Questo è poco ma sicuro”.

Difficile stabilire le motivazioni alla base dell’attuale crisi“Quando l’allenatore trova la quadra della squadra poi non cambia facilmente. Il Bari ultimamente sta facendo risultato e giocando anche bene, come con il Catanzaro in casa, dove fece una bellissima partita, o a Caserta. Bisogna vivere nello spogliatoio per scoprire il motivo. Quando giocavo io, noi lo sapevamo il perché di un’assenza ma i giornalisti non sapevano mai niente. Bisogna vedere se si è rotto qualcosa. È normale che i tifosi lo amano e vogliano che rimanga. Anch’io spero che resti qui, perché una piazza come Bari in Serie B ed in C non la trova facilmente”.

Sezione: Esclusive / Data: Gio 10 dicembre 2020 alle 19:30
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print