Il tempo scorre inesorabile, e con il passare dei giorni ci si avvicina a degli anomali playoff che sanciranno l'agognata quarta promozione in cadetteria. Una meta al quale ambisce un Bari costruito ad inizio stagione con l'obiettivo di dominare ma trovatosi nel tempo impantanato fra le difficoltà di un campionato rivelatosi più complicato del previsto.

E, con l'eccezione di qualche voce fuori dal coro, le dichiarazioni degli addetti ai lavori concordano nel definire impronosticabili dei playoff disputati in una condizione decisamente anomala, al termine di una pandemia che ha stravolto per due mesi l'esistenza quotidiana e dopo una lunghissima pausa dall'attività agonistica. Dato che rischia di svantaggiare un Bari che sulla carta dovrebbe partire come favorito per l'alto tasso tecnico della rosa. Ed il ragionamento, almeno in parte, fila liscio, perché una gara secca in tali condizioni può dare risultati inaspettati ed imprevedibili.

Ma questo non può mettere in ombra il vero punto: se la formazione gioca come sa, mettendo in luce le qualità che ha mostrato durante l'anno, potrebbe aver poco da temere anche in partite che nascondono numerose insidie. E se la concentrazione e la voglia di lavorare al massimo per arrivare pronti all'appuntamento più importante della stagione non devono certo mancare, è anche vero che Vincenzo Vivarini ed i suoi uomini possono prepararlo cercando di far prevalere il sentimento dell'ottimismo e non quello della paura.

Perché le rivali pericolose sono certamente tante: alcune Antenucci e compagni le ha già incontrate durante l'anno, altre rappresentano novità da altri gironi altrettanto temibili. Ma il più grande pericolo per il Bari è il Bari stesso, con le sue disattenzioni e i piccoli errori che durante il campionato sono costati punti pesantissimi. È uno degli aspetti su cui ci sarà da lavorare, con attenzione ma anche con serenità. Perché il club ha buone motivazioni per guardare al futuro con ottimismo e fiducia, data la forza della sua rosa: fondamentale non sprecarla, in partite che valgono una stagione.

Sezione: Focus / Data: Mar 16 giugno 2020 alle 22:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print