Il primo urlo di Giovanni Terrani. Contro una Vibonese organizzata e mai doma, capace anche di ribaltare l’iniziale vantaggio di Antenucci, ci ha pensato proprio il subentrante ex Perugia a salvare il Bari da quella che sarebbe stata una brusca ed inaspettata sconfitta.

La sensazione dominante è che, comunque, due punti preziosi siano stati lasciati per strada. Ma la stupenda rete di Terrani, giunta dopo appena 4 minuti dal suo ingresso in campo, può far ben sperare. Il suo freddo pallonetto, realizzato col mancino a tu per tu col portiere avversario, potrebbe finalmente consegnarli quella fiducia necessaria per dare una svolta decisa alla propria avventura barese. In tal senso, è apparso ottimo il suo approccio al match.

Terrani, entrato in un momento di piena confusione ed incredulità per lo svantaggio subito, è riuscito infatti a dare vivacità alla manovra grazie ai suoi dribbling e spunti offensivi. Dopo diverse partite in cui il classe ’94 non aveva inciso come potrebbe e dovrebbe, considerate le sue potenzialità, sarà adesso fondamentale il fattore psicologico. Mister Vivarini sta già lavorando, infatti, soprattutto sulla testa del calciatore, come confermano le sue parole al termine della sfida: “Gli ho detto che ha grandi qualità ma sta un po' sulle sue. A Bari c'è bisogno di dare tutto, di andare oltre i propri limiti e oggi l'ha fatto”.

La voglia e l’incisività mostrate ieri dall’ex Piacenza dovranno, quindi, essere riconfermate. La strada, in particolare dopo il suo primo sigillo realizzato con il Bari, sembra esser stata trovata. Toccherà ora a Terrani dimostrare la propria volontà di reclamare un posto importante in questa squadra. Cercando di farsi valere sia dal punto di vista tecnico che mentale, doti fin qui intraviste solamente a sprazzi.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 4 Novembre 2019 alle 22:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print