La storia calcistica affine di Bari e Catania rende la sfida di lunedì prossimo avvincente anche dal punto di vista delle ambizioni, oltre che sul piano tecnico. L’obiettivo primario delle due compagini è la promozione diretta; lo dimostrano gli elementi delle rose. Tuttavia, entrambe viaggiano su binari paralleli, perché rappresentano piazze che hanno vissuto un passato importante in Serie A, e che a causa di vicende avvenute fuori dal campo si sono ritrovate in Lega Pro.

Nell’epoca più recente, sia i biancorossi che gli etnei hanno condiviso il proprio periodo di maggior splendore. Si tratta delle stagioni 2009/2010 e 2010/11, quando entrambe erano nella massima serie italiana. Il Bari, guidato da Ventura, stupì tutta Italia arrivando a giocare un calcio dinamitardo anche nei campi più difficili della categoria.

Il Catania, invece, già da tre anni in Serie A, iniziò il suo ciclo più rilevante proprio in quel periodo. La caratteristica particolare di quella squadra era l’incredibile numero di giocatori argentini presenti in rosa. Tra quelli, emersero numerosi talenti che consentirono ai rossazzurri di ottenere risultati importanti, culminati con l’ottavo posto in Serie A.

Tuttavia, entrambe le squadre scoprirono il retrogusto amaro di quei successi. I biancorossi, alla seconda stagione, conclusero il campionato all’ultimo posto, retrocedendo in cadetteria. Le cause di quel crollo furono individuate negli illeciti sportivi commessi da alcuni elementi della rosa, che avevano combinato diverse partite.

Per i siciliani, invece, le delusioni furono dilazionate. Nel 2014 arrivò la retrocessione in Serie B. Il campionato successivo fu disastroso, e a fine stagione emersero scandali. La combine di partite, però, non fu ad opera dei giocatori, ma di altre figure societarie. La penalizzazione attribuita al Catania costrinse gli etnei a ripartire dalla Serie C, categoria da cui ancora oggi, insieme al Bari, cerca di riemergere.

Entrambi i club rappresentano una pagina importante della storia calcistica italiana, e la partita di lunedì costituisce una sfida fra piazze che meritano di stare tra i ranghi alti di questo sport. A dimostrarlo non sono solo le caratteristiche tecniche delle due squadre, ma anche la loro storia, fatta di gloriosi successi e amare sfortune.

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 24 ottobre 2020 alle 23:00
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print