A mezzanotte sono scaduti i termini per la presentazione delle domande d’iscrizione ai prossimi campionati professionistici. In serie C sono cinque i forfait. Dopo le già annunciate defezioni di SiracusaLucchese, Albissola e Foggia, non ce l'ha fatta neanche l'Arzachena, nonostante gli sforzi profusi nelle ultime ore. Delle altre società in bilico, il Rieti ha completato le operazioni nell'ultimo giorno utile. Idem per la Viterbese, la cui proprietà, però, ha già annunciato il proprio disimpegno, mettendo in vendita la società ed annunciando un forte ridimensionamento degli obiettivi stagionali.

In merito alle possibili riammissioni e ai ripescaggi in Lega Pro, sperano tra le pugliesi sia il Bisceglie (che in C giocherebbe - il condizionale è d'obbligo - al San Nicola le gare interne) che l'Audace Cerignola.

Ma la notizia più clamorosa è arrivata allo scadere della mezzanotte con la non iscrizione del Palermo in serie B, per la mancata presentazione della fideiussione da parte della società rosanero. A questo punto spera in un ripescaggio il Venezia, retrocesso dopo la sconfitta ai playout contro la Salernitana. Ma è probabile che anche stavolta le iscrizioni ai campionati possano avere una coda in tribunale.

Dunque, anche i campionati 2019-20 cominciano sotto il segno del caos.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 25 Giugno 2019 alle 06:30
Autore: Giacomo Accettura
Vedi letture
Print