Gabriele Rolando sembra sempre più vicino a vestire la maglia biancorossa. Nonostante l’agguerrita concorrenza, in modo particolare quella dell’Alessandria, il classe ’95 si è convinto di sposare la causa barese, e dovrebbe rappresentare il primo rinforzo di questo calciomercato invernale.

Nativo di Genova, Rolando è cresciuto nel settore giovanile della Sampdoria, dove nei due anni con la Primavera ha raccolto tre gol. Nel 2014/15 ha compiuto il grande salto tra i professionisti, grazie al prestito al Como. Una stagione davvero ricca di soddisfazioni: due gol ed altrettanti assist collezionati ma soprattutto la vittoria ai play-off, che ha regalato ai lariani la promozione in Serie B, dopo aver battuto pure il Matera di mister Auteri. Buono anche il cammino in Coppa Italia di Serie C, con il trofeo sfumato solamente nella doppia finale contro il Cosenza.

L’anno successivo l’esterno ligure è tornato in terza serie, dove tra le fila del Matera ha realizzato ben tre gol e due assist in appena 21 presenze. Un rendimento che gli ha permesso di guadagnare la Serie B, disputata a Latina nel 2016/17. Immediato il suo primo sigillo in cadetteria, trovato già all’esordio dopo appena dieci minuti dall’ingresso in campo. A Palermo un altro gol e quattro passaggi vincenti, ma anche tanta sfortuna, per via di tre infortuni che gli hanno consentito di disputare appena 14 partite stagionali.

Dopo la rimonta del Frosinone nella finale di ritorno dei play-off, i rosanero decidono di non riscattare Rolando, che torna così tra i blucerchiati. In Liguria solo qualche minuto in Coppa Italia, mentre diventa titolare a Carpi nella seconda parte di stagione. Gli emiliani retrocedono in C, ma la Reggina lo acquista con un contratto triennale. La scelta si rivela azzeccata, con la nuova promozione in B da protagonista. Quest’anno, invece, sono dodici le gare con gli amaranto.

Diversi i ruoli svolti da Rolando nel corso della sua carriera. Destro di piede, può ricoprire indifferentemente entrambe le fasce, da terzino o da esterno, dove risulta abile sia nei cross che nell’uno contro uno. Per la sua dinamicità, ha dichiarato di ispirarsi a Juan Cuadrado.

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 14 gennaio 2021 alle 18:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print