All'indomani dell'ottima vittoria nel derby contro il Bisceglie, i biancorossi si devono subito proiettare alla partita di domenica contro la Paganese. La Reggina continua a viaggiare con il vento in poppa, e l'obiettivo non può che essere quello di rimanere attaccati, cercando di sfruttare gli eventuali passi falsi degli amaranto. La gara di ieri però ha lasciato tante certezze nella truppa guidata da mister Vivarini.

Molto bene Antenucci, che si è dimostrato a suo agio nel nuovo modulo impostato da Vivarini, autore del gol del vantaggio su rigore, del raddoppio con un bel triangolo con Hamlili e che stava per siglare il gol della domenica con un bellissimo tiro dalla distanza. Sale anche Hamlili, la cui presenza è sempre più fondamentale per il centrocampo del Bari. Bene anche Di Cesare, mai in difficoltà e che ha messo, nuovamente, in mostra tutte le sue doti sui calci piazzati con il gol del definitivo 0-3.

Finalmente si è visto il vero Schiavone, sempre puntuale nella fase di raccordo, ma anche assistman sui calci piazzati e furbo nel guadagnarsi il calcio di rigore. Buona la prova anche di Berra, schierato da terzino destro. L'ex Pro Vercelli non è mai andato in difficoltà, anzi ha spinto costantemente servendo anche buoni cross. 

Difficile trovare qualcuno che scende, vista la splendida prestazione di tutti i galletti. Forse ci si sarebbe aspettato qualche spunto in più da Floriano e Ferrari, che da subentrati non hanno mai creato azioni degne di nota. A loro discolpa il fatto che dal momento del loro ingresso in campo i ritmi della partita si sono abbassati notevolmente.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 11 Novembre 2019 alle 19:30
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print