Francesco Corsinelli è stato ospite di RadioBari, dove ha parlato dell'inizio di campionato e della sua nuova avventura in biancorosso: "La partita col Rieti è stata complicata, su un campo stretto con una squadra che ci dà battaglia. Noi siamo abituati a gestire la palla, e quando trovi squadre che si chiudono così diventa difficile. Però la vittoria è stata una liberazione, perchè venivamo da una sconfitta. Si può sempre migliorare, il Bari come tutte le squadre. Con il lavoro vedremo i risultati. Abbiamo la convinzione di vincere il campionato, si respira una buona aria. Abbiamo tutti la stessa convinzione e lo stesso obiettivo. Quando ci alleniamo siamo sereni perchè ognuno vuole arrivare la domenica e fare bene". 

Sulla partita con la Reggina: "E' una bella sfida, sono 2 organici importanti, però noi sappiamo la nostra forza e qualità, per cui andremo in campo più agguerriti che mai per vincere, anche perchè in casa nostra il pubblico in casa ci sosterrà al massimo. Come gruppo siamo uniti e compatti e ce la metteremo tutta per fare i 3 punti. La vittoria a Rieti ci ha dato tranquillità. E' stata sudata, ma così sarà sempre. Ogni partita che faremo daremo il massimo per fare più punti possibili e vincere il campionato. Per vincere la Serie C bisogna battagliere. Il bel calcio è ovviamente tanta roba, però a volte bisogna giocare concreto, per dimostrare che sei più forte degli altri". 

Sul dualismo con Berra e la scorsa stagione: "Abbiamo un bel rapporto di amicizia, spesso siamo pure insieme fuori dal campo. La concorrenza fa bene per cercare di esprimere il meglio di ciascuno. Non c'è rivalità. L'anno scorso ci è andata male col Piacenza, quest'anno spero vada meglio (ride, ndr)"

Sul ruolo in campo e la scelta Bari: "So fare tanti ruoli, da quinto a centrocampo o quarto in difesa. Il ruolo è indifferente, gioco dove me lo chiede il mister. Essere in una società così è un privilegio, perchè tanti giocatori in Serie C sarebbero corsi qui. Il Presidente ha investito tanto, la squadra ha grandi obiettivi, non solo relativi a questa stagione. E' un onore essere qui"

Infine Corsinelli ha anche parlato di sé: "Al Genoa anche se ero ad 1 ora di casa ero da solo, sono cresciuto molto a livello umano. E' bello sentire che i tifosi ti sostengono, sia la domenica che all'antistadio. E' bello anche che ci sono tanti bambini che chiedono l'autografo, ci vedono come idoli. Mi ispiro a Florenzi, spero di fare la sua carriera, ovviamente con la maglia del Bari. Mi trovo benissimo a Bari, vicino al mare. Apprezzo tanto Polignano a Mare".

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 12 Settembre 2019 alle 21:30
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print