I giorni di calciomercato che precedono la prima giornata di campionato sono i più focosi per quanto riguarda l’evoluzione delle trattative che vengono effettuate tra i club. Il Bari sta rivoluzionando completamente il proprio progetto, per questo i tifosi biancorossi sono molto pretenziosi, lo dimostrano i commenti che hanno rilasciato sulla nostra fanpage.

L’imminente cessione di Costa ha generato il malcontento tra molti tifosi. Tuttavia, c’è chi, come Luigi, ha analizzato in maniera più approfondita il trasferimento, andando a ipotizzare i motivi che lo potrebbero aver portato a questa decisione: “Lui aveva un tacito accordo con le società Bari e Napoli per stare in serie c solo 1 anno, logica vuole quindi che adesso il ragazzo lasci Bari per categorie più prestigiose. Di certo non lascia Bari a cuor leggero, per la prima volta si troverà a giocare lontano dal suo fratello maggiore Mirko Antenucci. Ma purtroppo il calcio è anche questo! In bocca al lupo per una carriera piena di soddisfazioni”.

L’acquisto di Marras eleverà il livello qualitativo della rosa barese. Massimo ne è convinto, e spiega il perché: “Marras è un giocatore pazzesco. Mangia la fascia destra macinando chilometri su chilometri e ha un piede vellutato con il quale mette la palla dove vuole. Sono certo che con i movimenti di Antenucci lo manderà in gol decine di volte”.

In settimana è stata diffusa la notizia della positività di Aurelio De Laurentiis al Covid-19. Tanti i messaggi affettuosi, come quello di Nicola: “Caro Aurelio, in bocca al lupo! Ti auguro una pronta guarigione”. Allo stesso tempo, però, c’è chi, come Roberto, critica la scelta di non essersi isolato in attesa dell’esito del tampone: “Si prenderà una denuncia penale perché se sei in attesa di tampone non puoi fare come ti pare, quindi gli auguro di guarire subito ma allo stesso tempo va processato in tribunale”.

Infine, tantissimi si sono stretti intorno alla famiglia di Nicola Antonacci, tifoso storico del Bari, per commemorare la sua scomparsa. Emblematico il messaggio di Vito: “L'antistadio dove si allena il Bari meriterebbe di essere intitolato alla memoria di questo tifoso onnipresente e innamoratissimo del Bari. Tutti lo conoscevano e lo apprezzavano tantissimo. Lo trovavi immancabilmente accanto alla sua fiat 500 parcheggiata adiacente alla recinzione, sempre pronto a discutere con chiunque del suo Bari, anche oltre la fine degli allenamenti della squadra. Conosceva tutto di tutti i calciatori presenti e passati. Una icona tra la tifoseria barese. Un personaggio pacato e competente di calcio, da ricordare sempre con grande affetto. R.I.P.”.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 14 settembre 2020 alle 19:00
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print