Valerio Di Cesare ha rilasciato alcune dichiarazioni a gianlucadimarzio.com. Il capitano biancorosso ha descritto, fra le altre cose, la sfida che lo sta accompagnando in Puglia con l'esempio di Alessandro Lucarelli nella mente... "Mi ha dimostrato che se uno sta bene fisicamente, può giocare fino a 38-39 anni. Io giocherò fino a che starò bene. Voglio contribuire alla scalata del Bari. Quest'anno insieme ai miei compagni voglio vincere il campionato, anche se sarà molto dura. La classifica? Io ho sempre cercato nuove sfide, soprattutto quelle difficili. Quella di Bari mi sembrava tale e io ho sempre detto che quest'anno sarebbe stata molto dura. Si tratta di una partita tosta, riportare il Bari dov'era prima del fallimento".

L'esperienza da giovane al Chelsea... "Quell'esperienza la ricordo con tanto affetto, mi ha fatto crescere come calciatore e come uomo ma potevo fare sicuramente di più. Se fossi stato più maturo, forse sarei riuscito a rimanere lì più a lungo"

Su Antenucci... "Io e Mirco ci conosciamo da tanto, abbiamo vinto un campionato insieme a Torino. Oltre a essere un giocatore stratosferico, è un ragazzo fantastico”.

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 14 Novembre 2019 alle 08:30
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print