Nel rotondo successo per 3-0 contro il malcapitato Picerno, il Bari versione San Nicola ha mostrato tutto il suo enorme talento e qualità. Peculiarità di alta classe che si sono mostrate soprattutto nei primi due gol biancorossi, dove le firme decise di Karim Laribi e del solito Mirco Antenucci hanno lasciato il loro segno marcato.

Già al decimo minuto di gioco, una vera pennellata d’autore ha subito sbloccato la sfida con i lucani. Tutto merito del trequartista Laribi che, direttamente su punizione, non ci ha pensato due volte nel provare un preciso tiro, infilatosi sotto il sette, da circa 25 metri di distanza dalla porta. Il suo destro fatato, a detta dello stesso italo-tunisino nel dopo-gara, era a digiuno su calcio piazzato dalla partita Foggia-Viareggio, ovvero dal lontano 3 ottobre 2010. Un’eternità che non si direbbe affatto, vista la scioltezza con cui ha realizzato la deliziosa perla di ieri. Il primo gol con la maglia del Bari, tanto cercato negli scorsi match, non poteva dunque essere banale per lui. Dopo i due assist trovati a Monopoli, la sua rete corona una serie di prestazioni davvero in crescendo.

Altro autografo di spessore è stato poi sottoscritto da Antenucci, giunto al suo diciassettesimo gol in campionato. Altrettanto letale si è rivelato il sigillo del classe ’84 che, ben imbeccato dal collega napoletano, è stato fulmineo nell’accelerazione sul difensore avversario e nello scaraventare con forza la sfera in rete. La leadership dell’ex SPAL è ormai più che evidente, tanto nella squadra biancorossa quanto nella classifica marcatori del girone C, in cui si avvicina al suo impressionante ritmo il solo Fella del Monopoli.

Gli uomini di Vivarini, nuovamente a sei punti di distacco dalla capolista Reggina, vogliono tornare a sognare la rimonta al primo posto. Provando ad aggrapparsi ai propri due calciatori più tecnici presenti in rosa che, sotto gli occhi dei propri tifosi, ieri hanno dato prova dei loro autentici colpi di categoria superiore.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 17 Febbraio 2020 alle 22:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print