Una delle caratteristiche principali della rosa del Bari di quest’anno è certamente la profondità, con una quantità di alternative a disposizione del tecnico molto al di sopra della media della Lega Pro. Tenendo presente il credo tattico di mister Auteri, rimasto fedele fin qui al suo 3-4-3, si può scorrere la lista dell’organico dei galletti ed agevolmente reperire i calciatori meno impiegati, in campionato.

Senza contare il terzo portiere Fiory, un ipotetico undici titolare composto dai giocatori con minor minutaggio fin qui, creerebbe una formazione di tutto rispetto per la categoria. Tra i pali, il dodicesimo Davide Marfella, ancora a digiuno di presenze, salvo un'apparizione in Coppa Italia, ma che negli ultimi due anni in biancorosso ha dimostrato di essere affidabile.

Il terzetto difensivo sarebbe formato da Perrotta, Minelli e dal fuori lista Esposito. I primi due sono certamente profili importanti per la C, nonostante, fin qui, le prestazioni altalenanti del primo ed i problemi fisici del secondo. Quanto al centrale scuola Napoli, esprimere un giudizio su di lui è di fatto impossibile, avendo calcato il terreno di gioco, nel Bari, solo in un’occasione,  nella scorsa annata.

A centrocampo, i laterali di questa squadra immaginaria potrebbero essere, seguendo i gusti tattici dell’allenatore, Corsinelli a sinistra ed Andreoni a destra, con una linea mediana di riguardo, come quella formata dalla coppia Hamlili-Lollo.

Quello che risulta essere davvero un lusso, in questo contesto, è il tridente d’attacco di questa compagine. I tre davanti, infatti, sarebbero Simeri, Montalto e Citro. Gente che potrebbe fare  al caso di molti club di B.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 13 gennaio 2021 alle 15:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print