Nel Bari che ha vinto in rimonta 2-1 a Rieti ci sono state tante prime volte. Da Ferrari ad Awua, la trasferta laziale ha saputo regalare alcune indicazioni utili per il futuro.

FINALMENTE IN GOL - Biancorossi sotto di una rete all'intervallo. A riprendere il match è stato Ferrari, al suo primo gol con la maglia biancorossa. Una marcatura importante, per se e per la squadra, in apnea sino a quel momento e quasi mai pericolosa. Sua anche la conclusione che ha portato al fallo di mano e al conseguente rigore trasformato da Antenucci.

DAL 1' MINUTO - Prima da titolare per il neo centrocampista Bianco, arrivato nelle ultime ore di calciomercato e gettato subito nella mischia da mister Cornacchini, che ha affidato all'ex Perugia le chiavi del centrocampo. La sua prestazione è stata sufficiente. Complice il poco feeling con i compagni, non è riuscito a dare geometrie e ordine ad una manovra impacciata, costruita spesso con lanci lunghi e nulla più.

BUON DEBUTTO - Oltre a Bianco, contro il Rieti ha fatto il suo esordio anche Awua, chiamato in causa nella ripresa. La sua ecletticità ha portato infatti maggior dinamismo in mezzo al campo, permettendo alla squadra di alzare il proprio baricentro di diversi metri. Un impatto più che positivo per il giocatore scuola Inter, che si candida ad un posto di rilievo nella mediana biancorossa.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 9 Settembre 2019 alle 22:00 / Fonte: di Andrea Dipalo
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print