Le ipotetiche avversarie del Bari, il 12 maggio prossimo, nella prima gara playoff dei galletti, sono quattro. La truppa di Auteri, infatti, quel giorno al S. Nicola dovrà certamente vedersela con una fra Palermo, Teramo, Foggia e Casertana. Le prime due si affronteranno tra loro domenica, mentre le altre, per andare avanti nel cammino verso la B, dovranno riuscire ad espugnare i campi di Catania e Juve Stabia.

Guardando la classifica, se non ci fossero vittorie in trasferta al club dei De Laurentiis toccherebbero i siciliani, forti della fantasia di Santana e Floriano. Per mercoledì prossimo, se dovessero andare avanti negli spareggi, i rosanero cercheranno di recuperare il loro bomber Lorenzo Lucca, fuori per infortunio ormai da un mese.

Sarebbe certamente affascinante anche un derby con il Foggia, con i satanelli che, già adesso, sono andati ben oltre le aspettative estive. Dalla loro parte, i ragazzi di Marchionni avrebbero proprio la spensieratezza, oltre alla qualità di un profilo come capitan Curcio, che, da trequartista, ha segnato finora un solo gol in meno di uno come Mirco Antenucci.

In caso di incrocio con il Teramo, invece, bisognerà stare attenti alla verve di Bombagi, capace di bucare per ben tre volte, in questa annata, la non irreprensibile difesa dei galletti. Se, infine, il destino dovesse frapporre tra Di Cesare e compagni e la rincorsa alla B la coriacea Casertana, il gioiello dei campani è certamente Cuppone, a quota 14 in classifica cannonieri.

I biancorossi attenderanno, dunque, i risultati di questi match, sapendo già di dover affrontare la compagine, vincente al primo turno, che si sia piazzata peggio nel corso della stagione regolare appena conclusa. Il rendimento dei baresi, nel corso del campionato, contro questi quattro team è stato a dir poco altalenante.

Complessivamente, i biancorossi contro queste squadre, quest’anno, hanno raccolto 2 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte, per un totale di 10 punti. Un dato statistico che evidenzia quanto possa essere equilibrato lo scontro del 12 maggio prossimo, a prescindere dal nome dell’avversaria. 

Quel che conforta, oltre al fattore campo, pur in assenza di tifosi, è la possibilità, per gli uomini di Auteri, di poter contare su due risultati su tre. Solo una debacle casalinga, infatti, decreterebbe l’eliminazione del Bari, con conseguente fragoroso fallimento del progetto tecnico.

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 06 maggio 2021 alle 15:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print