Lo storico capitano e bomber biancorosso, Igor Protti, si è così proiettato alla sfida di domani contro la Ternana: "Per dire che anno è stato per il Bari aspettiamo i playoff, il club ambiva alla B e vediamo ora quello che sarà, anche se ero consapevole che avrebbero qualche difficoltà perché la Serie C, e il loro girone nello specifico - riporta tuttomercatoweb.com - erano davvero molto duri. Lo stop dovuto al virus ha poi inciso, e rende veramente arduo il fare previsioni, perché il Bari torna in campo dopo quasi cinque mesi contro una Ternana che ha invece alle spalle diverse gare e quindi probabilmente una condizione migliore; la squadra di Vivarini, però, è forte, ha esperienza e qualità. La testa in questi match farà la differenza".

Sulle possibilità di promozione: "Chiaramente, al netto del doppio risultato a favore, con le gare secche e un fattore campo azzerato dall'assenza del pubblico, ci sono molte variabili, ma il Bari, almeno per blasone, è la favorita. Poi tutti possono dire la loro in una situazione del genere".

Stadi chiusi: "L'assenza di pubblico annulla il fattore campo, il tifo in certi stadi diventa un punto di riferimento, e così si fa più complessa la situazione, che effettivamente potrebbe avvantaggiare l'avversario. Ma l'ambiente asettico sfugge a ogni pronostico".

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 12 luglio 2020 alle 14:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print