La ormai quasi certa disputa dei playoff può far gioire i galletti, che si giocheranno sul campo la promozione in Serie B. Tutte le squadre sono reduci da quasi tre mesi di inattività, quindi inevitabilmente i valori si sono riazzerati e sarà fondamentale la preparazione atletica che rimetterà in moto i calciatori. Altro aspetto da tenere in considerazione è la profondità delle rose: con i ritmi accelerati che si prospettano e le gare ogni tre giorni, avranno vantaggi le squadre che più delle altre potranno contare sui ricambi dalla panchina. E il Bari è tra queste, avendo tra le sue file diversi giocatori che, chi per un motivo chi per l'altro, hanno voglia di dire ancora la loro.

Costantino e Pinto, i due acquisti dell'ultimo giorno di mercato invernale, sono ansiosi di lasciare traccia in maglia biancorossa. L'ex Salernitana aspetta l'esordio, mentre bomber Rocco ha disputato solo una manciata di minuti. Troppo poco per un attaccante che è abituato a segnare valanghe di gol, e che lo scorso anno ha portato la Triestina ad un passo dalla Serie B, proprio ai playoff. 

Berra e Terrani hanno perso il posto da titolare in favore di Ciofani e Laribi, acquistati a gennaio per innalzare il livello della rosa. Pochi minuti nel loro 2020 con la maglia del Bari, ma in ogni intervista che hanno rilasciato in questo periodo si sono detti vogliosi e pronti a dare il loro contributo alla causa. Un grande segno di maturità.

Folorunsho e D'Ursi, i due giovani che tanto bene hanno fatto lo scorso campionato, sono stati frenati dagli infortuni, che ne hanno condizionato inevitabilmente la stagione. La grande chance di riscatto può arrivare proprio in queste settimane, quando la freschezza dei due ragazzi potrà rivelarsi un fattore di estrema importanza.

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 31 maggio 2020 alle 22:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print