L’allenatore Vincenzo Vivarini, intervenuto ai microfoni di RadioBari, ha così commentato la vittoria raggiunta sul campo della Paganese: “Oggi siamo andati oltre le difficoltà, il campo era molto pesante. Era difficile giocare, siamo stati bravi a dar qualità al gioco, guadagnando campo con la linea difensiva. Nel primo tempo è mancato il servizio sugli attaccanti, ma in casa la Paganese non aveva mai perso. È stato bravo Simeri nel servire bene Antenucci, così come sul colpo di testa nel primo tempo. Si stanno trovando molto bene i due attaccanti, sbloccarla non era facile”.

Sulla prestazione dei biancorossi, il mister ha risposto: “Al di là del modulo, è stata una partita caratteriale perché era difficile giocare. Nel primo tempo c’è stata una Paganese agguerrita, dopo l’intervallo siamo stati più bravi noi. Oggi era importante il risultato. I risultati devono essere la normalità, il campionato è lungo. La squadra deve essere umile e deve avere la capacità di migliorarsi”.

Sulla vittoria a tavolino della Reggina… “Capita in Italia, anche in serie B. È avvilente, sono cose che non stanno né in cielo né in terra, ma bisogna andare avanti”.

Sul nuovo modulo: “Sono contento del nuovo modulo, perché abbiamo coperto sui lanci lunghi. Bisogna affinare il tutto, ma faccio i complimenti per l’applicazione, la voglia e l’attenzione dei ragazzi”.

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 17 Novembre 2019 alle 17:35
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print