Bianco e Schiavone: due registi armati di compasso

06.09.2019 20:00 di Maurizio Ladisa   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Bianco e Schiavone: due registi armati di compasso

Uno dei due colpi conclusi dal Bari nelle ultime ore di calciomercato estivo è stato Raffaele Bianco, regista ex Perugia, già visto in maglia biancorossa nella stagione 2008/09, l'anno della promozione in A con Conte sulla panchina.

Le sue qualità sono già note a molti, dato il suo passato nei campionati di caratura superiore, in particolare la Serie B, ma anche un anno in Serie A col Carpi.  Moderno, ama far girare la squadra, dando un ritmo veloce e rapido alla manovra. Centrocampista completo, merce rara.

D'altra parte, però, il Bari ha già acquistato Schiavone, giocatore che ricopre la medesima posizione in campo, con lo stesso rendimento, data anche la sua notevole esperienza tra Serie B e C. Il centrocampo ex Cesena, a causa dei problemi accusati in ritiro, non ha ancora trovato una collocazione fissa in squadra, ma già nell'ultima sfortunata partita contro la Viterbese è sceso in campo dal primo minuto, sintomo di quanto Cornacchini creda in lui.

Bianco contro Schiavone o, perché no, anche insieme, in un centrocampo a due (o a tre) ricco di geometria e velocità, senza dimenticare Hamlili, provato proprio da regista per tutto il pre-campionato; starà al mister sfogliare la margherita e trovare la miglior soluzione per portare il Bari alla vittoria.