Zaccaria Hamlili è pronto a tornare in campo nella trasferta contro la Cavese. Il mediano biancorosso ha raccontato il suo infortunio ai microfoni di RadioBari: "Non è stato facile all'inizio, ma mi sono subito focalizzato nel tornare. All'inizio sono stato attento a non fare movimenti strani, ogni volta che potevo facevo terapie. I risultati penso si siano visti, è passato solo un mese. Quando mi sono fatto male un po' ci sono rimasto, i primi giorni ero triste. Poi mi sono rimboccato le maniche, sono cose che possono succedere. Ho pensato a rientrare il prima possibile".

Sul rapporto con la tifoseria: "Noi reduci dello scorso campionato ci sentiamo ancora più partecipi nella rinascita di questa società. E' una cosa che mi piace, mi fa sentire importante. La tifoseria è gloriosa, in una piazza che ha fatto la Serie A con giocatori ed allenatori importanti. I tifosi mi danno una carica in più, anche loro mi hanno dato forza nel tornare più velocemente. Gol? Quest'anno sono già a quota due. Per un centrocampista come me che ha altre caratteristiche non è una cosa importante, preferisco cercare di dare una mano ai compagni".

Sulle differenze con lo scorso campionato: "L'anno scorso era sempre un campionato difficile, andavamo in campi non all'altezza e ambienti non facili. Quest'anno è molto più difficile perché trovi squadre più organizzate. E' stato bravo il mister appena arrivato a non stravolgere tutto ed ad inculcarci piano piano le sue idee".

Sezione: News / Data: Ven 21 Febbraio 2020 alle 16:30
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print