Il Bari ha bisogno di ripartire e mettere definitivamente alle spalle la brutta prestazione messa in mostra contro la capolista Ternana. Dopo le parole del ds Romairone, sono oggi arrivate le scuse di Gaetano Auteri. Il mister, però, ha giustamente sottolineato l’esagerata timidezza mostrata dai suoi uomini al cospetto delle fere. Una carenza di carattere e mentalità che è davvero costata cara ai biancorossi, usciti mestamente sconfitti dallo scorso big match. Un aspetto non di poco conto e su cui si dovrà maggiormente lavorare, perché anche i numeri confermano come tale atteggiamento risulti fondamentale per questa squadra.

Quando i galletti, infatti, sono riusciti ad aggredire la partita andando in vantaggio, i tre punti non sono mai mancati. Una felice situazione avvenuta in ben cinque occasioni e che ha regalato altrettante vittorie. Con la Virtus Francavilla, la Viterbese, la Juve Stabia ed il Potenza il risultato, una volta sbloccatosi, non è mai stato in discussione. Qualche rischio in più, invece, in casa della Cavese, che agguantò due volte il momentaneo pareggio. Ma il comune denominatore è stato sempre il successo al termine dei 90’.

Discorso decisamente diverso nel momento in cui la gara si mette in salita, ovvero l’altra faccia della medaglia. Questa circostanza, capitata già in quattro delle prime undici giornate, ha reso la vita molto difficile al Bari. Al San Nicola, contro il Teramo è giunto un pari mentre col Catania la rimonta si è completata per 4-1. Sempre tra le mura amiche, la stessa fortuna non si è ripetuta di fronte ai rossoverdi. Peggio, invece, è capitato a Foggia, dove si evidenziò il primo blackout dei biancorossi.

Per il tecnico siciliano, dunque, un ottimo motivo per cercare di spingere con forza sull’acceleratore fin dal primo minuto.

Sezione: News / Data: Gio 19 novembre 2020 alle 22:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print