Partita che vale una stagione per il Bari, che domenica alle 17:30 se la vedrà con la capolista Ternana. Gli umbri, reduci dal vittorioso match contro la Virtus Francavilla, sono ancora imbattuti nel torneo, avendo totalizzato fin qui 24 punti frutto di sette vittorie e tre pareggi. Per i rossoverdi un ruolino di marcia da schiacciasassi, come dimostrano i 25 goal segnati in 10 turni, che fanno della Ternana la squadra col miglior attacco nei campionati professionistici europei. Per le Fere un inizio migliore di quello della scorsa annata, quando a questo punto della stagione stazionavano al terzo posto con 22 punti. 

La squadra è allenata, dallo scorso luglio, dall’ex bandiera del Livorno Cristiano Lucarelli, arrivato dopo l’addio di Fabio Gallo. Il tecnico toscano ha ereditato una rosa di assoluta qualità, da lui messa in campo con un 4–2-3-1 sbilanciato in avanti, che, all’occorrenza, può mutare in un 4-2-4 con Mammarella che si aggiunge ai quattro attaccanti. Abituata a giocare ad alti ritmi e a tutta velocità, la Ternana si rivela estremamente pericolosa grazie a cross e ripartenze, che rendono la squadra rossoverde imprevedibile e letale.  

Molti gli interpreti positivi in questo inizio di stagione delle Fere. A partire dal figliol prodigo Cesar Falletti, tornato in Umbria nello scorso mercato e adesso vice-capocannoniere del torneo con sei marcature. Degno di nota anche l’attaccante Anthony Partipilo, cresciuto nella primavera del Bari, esordendo anche in prima squadra durante la gestione di Vincenzo Torrente. Tra gli ex da tenere d’occhio la punta trentaseienne Daniele Vantaggiato, vera bestia nera dei biancorossi, e il suo compagno di reparto Filip Raicevic, anch’egli con un trascorso al San Nicola e oggi tassello indispensabile del reparto avanzato rossoverde. Una vera colonia biancorossa in quel di Terni, che il Bari tenterà di disinnescare per dare l’assalto al primo posto.

Sezione: Prossimo Avversario / Data: Ven 13 novembre 2020 alle 22:00
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print