A distanza di tre stagioni, torna a disputarsi nei campionati nazionali il derby d’Apulia. La sfida, che vede di fronte Bari e Foggia, arriva in un momento diametralmente opposto per le due società. Da una parte i galletti, reduci dalla convincente prestazione contro il Catania, dall’altra i dauni, che non trovano la vittoria dal match interno con il Potenza dell’11 ottobre. 

Non un brillante avvio per i rossoneri, ripescati in extremis a completamento organico dopo la retrocessione per illecito di Picerno e Bitonto. I satanelli stazionano al diciassettesimo posto, con solamente tre punti guadagnati in questo inizio di stagione. Uno score negativo, viziato però dalle due gare ancora da recuperare in casa rossonera, che potrebbero ribaltare o confermare l’attuale situazione in classifica. 

Decisamente precaria quest’anno la panchina del Foggia, che in poco meno di due mesi ha già cambiato tre proprietari. Dopo la promozione di Corda a direttore tecnico, la squadra è stata affidata dapprima a Ezio Capuano, il quale ha rassegnato le dimissioni poche settimane dopo venendo sostituito da Vincenzo Maiuri, che ha lasciato a sua volta un mese più tardi. Il campionato è iniziato così con Marco Marchionni alla guida della formazione rossonera, un tecnico giovane e alla prima esperienza da allenatore capo. Non molto chiari per il momento i dettami tattici dell’ex centrocampista della Fiorentina, il quale, in queste prime tre uscite, ha utilizzato ben tre moduli differenti, alternando al 3-5-2 il 3-4-3 visto contro il Catanzaro e il 3-4-1-2 di domenica scorsa. 

La compagine rossonera è, in termine di valori, la quarta più cara del girone C, alle spalle di Bari, Ternana e Palermo. Pezzo pregiato della rosa è senza dubbio l’attaccante Alessio Curcio, arrivato nello scorso mercato da svincolato e capace di segnare tre goal in cinque presenze. Al suo fianco la giovane punta Filippo D’Andrea, alla prima esperienza tra i professionisti. Da tenere d’occhio anche il portiere e capitano Ermanno Fumagalli, highlander della categoria con i suoi 38 anni, e il terzino destro scuola Salernitana Sedrick Kalombo. Per il Bari un impegno di assoluto prestigio contro un’avversaria storicamente ostica e fastidiosa. Mancheranno solamente i tifosi sugli spalti per quello che si preannuncia una vera e propria festa del calcio.

Sezione: Prossimo Avversario / Data: Ven 30 ottobre 2020 alle 21:00
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print